Lotta Integrata

Rispetto dell'ambiente e tutela della salute del consumatore

Per ortaggi buoni e sani è decisamente più utile puntare sulle coccinelle, rispetto ad un abuso di interventi chimici. Ortonatura - sin dalla nascita - ha da sempre tenuto in maniera particolare al rispetto dell’ambiente. Perché una terra ereditata dalle generazioni precedenti doveva essere tramandata a quelle successive, senza distruggerla e senza trasformarla.

Ed è per questo che - già dagli anni Novanta, una vera e propria rarità per l’epoca - si è scelto uno degli approcci più naturali per ottenere ortaggi belli, buoni e sani: la lotta integrata. Si tratta di una tecnica che via via è andata ad affinarsi, prediligendo sempre più ogni soluzione alternativa e naturale rispetto alle difese chimiche. Tutto ciò ha permesso - e permette ancora - di razionalizzare gli interventi sulle colture, di rispettare l’ambiente e - soprattutto - di salvaguardare la salute dei consumatori e degli operatori.

La difesa naturale scelta da Ortonatura è di tipo volontario, e quindi ancora più restrittiva rispetto a quella obbligatoria: si utilizzano insetti definiti utili per controllare quelli dannosi che potrebbero causare danni alla pianta;  ancor prima della semina si prepara l’ambiente della serra rendendolo ospitale per gli insetti “buoni”, e decisamente più difficoltoso per quelli “cattivi”. Quello della lotta integrata è un sistema complesso di equilibri naturali monitorato costantemente, per controllare i rapporti di forza tra i vari tipi di insetti.